Vendere più libri? Si può

Voglio raccontare brevemente una mia esperienza di vendita con Amazon, tramite Mnamon.
cover with mole antonellianaIl mio best-seller Rum, lime e zucchero, avevo fatto tradurre da madre-lingua in inglese, Rum, Sugar and Lime. Tra parentesi, non ho mai capito perché l’ordine delle parole dovesse cambiare, ma forse è meglio e non si fa confusione.
Dunque, Mnamon mi contatta e mi dice che vi sono opportunità per la vendita dei libri in inglese. I presupposti sono di lasciare il libro in vendita solo su Amazon e di pubblicizzarlo investendo come minimo un centinaio di €uro.
Ci ho pensato un po’ e mi sono detto: visto che il libro non vende più (in italiano è stato un successo, in inglese molto meno), perché non tentare? Probabilmente il pubblico inglese non se ne è mai accorto; perché non promuoverlo tramite la potenza di fuoco di Amazon?
Detto – fatto, Mnamon ha preparato l’annuncio, me l’ha sottoposto e l’ho approvato. Abbiamo stanziato 120 € per tre mesi e definito altri parametri che mi hanno spiegato ma che non ricordo perché sono un po’ più complicati.
Risultato?
È passato un mese e il libro è stato “acquistato” da 31 lettori. Badate, ho messo le virgolette perché l’acquisto su questo negozio di Amazon è cosa complicatissima: in pratica, da quello che ho capito, il lettore ha la possibilità di leggere anche una sola pagina e, se non gli è piaciuto, di restituirlo, oppure di leggerne metà o tutto. Amazon calcola il numero di pagine lette e riconosce la royalty in proporzione.
I 31 lettori non sono tanti, anche se a me paiono un bel numero. Tuttavia è importante il numero di persone che vede l’annuncio e il passaparola che ne consegue.grafico a barre in crescita